Foxhound pubblicano Camera Oscura

maggio 14, 2016 / by / 0 Comment

Foxhound, da quartetto a trio.

Con questo nuovo lavoro i Foxhound sono andati alla ricerca di un’atmosfera più intima, che si possa adattare anche alle dimensioni di una stanza o di una camera, affidandosi a nuove visioni.
Mario Conte (Meg, Colapesce) ne ha curato la produzione artistica, i suoni sono elettronici ma non digitali, corde che battono sulla latta, legno che rimbalza sulle pelli; avvalendoci di nastri e macchine analogiche, con le quali abbiamo creato quel suono caldo e morbido che serviva.

Un po’ la stessa differenza che c’è fra rullino e memoria digitale.

Quelle di Camera Oscura sono canzoni da ascoltare al buio, in una stanza così buia da perdere la cognizione di spazio e tempo. Del resto gli uomini nascono al buio, come le fotografie. Poi con la luce assumono una forma. Ma sono istantanee, e sbiadiscono in fretta.

Commenta su Facebook

commenti