Moninga Open Air

luglio 09, 2015 / by / 0 Comment

MONINGA ANNUNCIA IL PRIMO OPEN AIR – FUNDRAISER PER L’OSPEDALE PEDIATRICO DI KIMBONDO, CONGO.

SABATO 18 E DOMENICA 19 LUGLIO DAI IL TUO CONTRIBUTO BALLANDO SOTTO AL PALCO.

 

DRINK TO ME, HIS CLANCYNESS, WOLTHER GOES STRANGERS,

ALTRE DI B, KARPOV NOT KASPAROV, and many more….

SABATO 18 LUGLIO 2015

DOMENICA 19 LUGLIO 2015

Formigine (MO) Via per Sassuolo, 6 INGRESSO AD OFFERTA LIBERA

www.moninga.it – www.facebook.com/moningaonlus –

Prima edizione di MONINGA OPEN AIR, due giornate di live, arti e performance che racchiudono, nella splendida cornice di Villa Benvenuti, dimora storica con ampio parco, una serie di appuntamenti con la musica indipendente italiana e non solo, impegnata a raccogliere fondi per l’ospedale pediatrico di Kimbondo.

 Si parte con una line up internazionale, capitanata da His Clancyness, ovvero Jonathan Clancy, ragazzo di Ottawa da anni di casa a Bologna. La sua musica è stata definita dream pop, un viaggio veloce attraverso 50 anni di western pop, kraut e cultura psych. Il singolo Summer Majestic, tradotto in immagini dal videomaker Jamie Harley, è stato scelto dalla rivista Rolling Stone come uno dei migliori della stagione passata. Calcherà il palco anche Drink To Me, band di Ivrea tra le più quotate della scena italiana grazie al suo elettro-pop brillante , che presenterà il nuovo album, Bright White Light, uscito ad ottobre per 42 Records. A seguire Wolther Goes Stranger il progetto solista di Luca Mazzieri (già A Classic Education) ora assieme a Massimo “Colla”, Linda “Bru” e Stefano Cristi. Dopo il primo disco, “Love Can’t Talk“, sulla scia comune di un sorprendente cantautorato dance, è appena uscito, “II“, ideale per ballare, sudare e amare.
Tra gli ospiti anche Altre di B, una delle realtà più belle e curiose che si sta affermando sotto le Due Torri di Bologna, cinque ragazzi che in pochi anni hanno sviluppato una resistenza da maratoneti, una forza da scalatori, una follia di fondo da combinata nordica: hanno vinto un numero sterminato di concorsi, hanno suonato in America, all’Ypsigrock e allo Sziget, hanno condiviso il palco con chiunque, dai Marta Sui Tubi a Patti Pravo, da Stephen Malkmus a Of Montreal, non disdegnando anche qualche sagra dell’asparago.
Direttamente da Bucarest, un duo amante delle performance sperimentali ed eccentriche, i Karpov not Kasparov. Il duo è nato nel 2009, come una partita di scacchi musicale tra synths e drums, viaggia costantemente tra i ritmi dance di Berlino e le pizzicate classiche di Vienna, passando per le sonorità orientali dell’est Europa, confezionando tracce sofisticate e mai banali.
Nelle line up delle serate anche l’ambient di Harptical e il danzereccio sound di Socialite, direttamente da Milano. Dalla periferia urbana di Modena, due realtà musicali differenti per astrazione sonora e intenti, Lo Twinz e Piet Row.

LINE UP 18/07: WOLTHER GOES STRANGER, ALTRE DI B, HARPTICAL, KARPOV NOT KASPAROV, SOCIALITE
LINE UP 19/07: HIS CLANCYNESS, DRINK TO ME, INUDE, PIET ROW, LO TWINZ.

MONINGA OPEN AIR non promette solo musica, ma anche un viaggio alla scoperta della realtà di Kimbondo, e di ciò che in modo semplice e concreto ognuno di noi può a fare per aiutare le future generazioni africane, pur a migliaia di km di distanza. Il tutto, circondati da un paesaggio magico, allestito per l’occasione, regalando la possibilità di trascorrere un weekend estivo low cost di puro relax.

Commenta su Facebook

commenti